Blu Trentodoc Monfort Night
Blu Monfort Night

Dentro la serra del Giardino Bortolotti detto dei Ciucioi si è tenuto uno degli aperitivi più esclusivi e raffinati del Festival del Trentodoc: Blu Trentodoc Monfort Night. Una serata densa di atmosfera tra le terrazze illuminate del giardino, cullate dalla luce di una luna quasi piena. Un evento importante per dare lustro alla linea dei lunghi affinamenti “Le Général” e per presentare al meglio al pubblico la novità di casa Monfort: Le Général Blanc. La scelta del luogo ha elevato la potenza dei due Trento doc Monfort, un luogo denso di magia e verticalità, di elevazione dell’uomo verso l’alto.

La famiglia Simoni, attraverso le parole di Federico, ha voluto ripercorrere le tappe fondanti la storia aziendale e quelle che hanno segnato la storia spumantistica di Monfort. Nel 1985, Lorenzo assieme all’enologo di allora Dario Tonazzolli, misero a giacere le prime bottiglie di metodo classico, allora non ancora Trento Doc. Un esperimento frutto di sogno e ambizione, lungimiranza e profonda conoscenza del territorio. Le ultime due decadi sono state dedicate a sperimentazioni più mirate verso i lunghi affinamenti e la festa è stata l’occasione per presentarne i risultati.

Tensione, lunghezza, massima espressione dell’eleganza, un omaggio allo Chardonnay della valle di Cembra, Le Général Blanc Trento Doc Riserva pas dosé ha preso il posto accanto a Le Général Dallemagne Trento Doc Riserva extra brut. Caratteri diversi, con una precisa identità, ma intimamente connessi per mano enologica e terroir trentino. 

L’aperitivo è stato accompagnato dalla musica del grande maestro Davide Lorenzato, giovane musicista di origine trentina ma proiettato nei teatri più importanti di tutto il mondo. Le note del suo piano hanno accompagnato il pubblico dentro armonie sonore di diverse epoche, guidate con classe ed eleganza dalle sue mani. La teatralità delle luci, la voce che ha narrato i versi di Susanna Tamaro, erano frutto dell’estro creativo di Miscele d’Aria.

Nunu’s bistrot, una giovane e dinamica realtà del centro di Trento, ha curato la preparazione dei finger food assecondando i tratti gustativi di entrambe le Riserve e ponendo un’attenzione particolare al luogo che ha ospitato l’evento. Fiori, essenze, aromi estremamente ricercati e curati nel piatto.

Un aperitivo che rimarrà impresso nella mente e nel cuore di chi ha partecipato, la sensazione di essere stati parte di qualcosa di unico e intimo.