OGNI GENERAZIONE PORTA IN SÉ RADICI PROFONDE

RADICI

Nel 1945 inizia la nostra storia: un libro di pagine bianche, tutte da scrivere. Il sogno di Giovanni e dei suoi tre figli Germano, Guido ed Ermete, di creare una piccola cantina per vinificare le proprie uve, prima a Palù di Giovo tra i vigneti della val di Cembra e poi a Lavis vicino al torrente Avisio. Anno dopo anno hanno ampliato la clientela, allargandosi alla città e alle valli trentine, distinguendosi per attenzione al cliente, carattere onesto e mani laboriose.

Intuito, lungimiranza e desiderio di innovare ispirano poi Lorenzo nel creare Casata Monfort e Trento Doc linee di vini dal carattere pregiato e unico. Questi sogni trasformati in realtà erano il risultato di una mente curiosa e sperimentatrice, della comunione di intenti tra viticoltori ed enologo nel lavorare fianco a fianco sulla qualità, di scelte di packaging coordinate e curate nel minimo dettaglio. Questo è stato il biglietto da visita che ha permesso a Monfort di diventare marchio conosciuto prima in Italia e poi in 26 Paesi esteri.
Oggi lo si vede più spesso dietro la scrivania, immerso tra montagne di carte, o alla guida del suo nuovo camion, ridere e giocare con i nipoti, sempre con il suo carattere mite e solare. Non ha ancora pronunciato la parola “pensione” perché sa che c’è ancora tanto da fare.

Chiara e Federico hanno fatto propria questa passione condensando nelle bottiglie amore per il territorio ed emozioni. Chiara ha fatto della sua curiosità e creatività il motore delle sue giornate, che si dividono tra comunicazione, accoglienza dei clienti ed amministrazione. Federico sta piano piano raccogliendo l’eredità manageriale del papà, diviso tra produzione e acquisti, una conoscenza scrupolosa dei vini e degli spumanti, un carattere solido e schietto ed un amore appassionato per la montagna.

Ogni generazione porta in sé le radici di quella precedente, i valori trasmessi, le esperienze vissute, i progetti condivisi, ma ogni persona di questa famiglia ha saputo avere anche lo sguardo proiettato verso il futuro, la capacità di sognare e la voglia di scrivere una pagina della storia di questa cantina. Il passaggio generazionale è un gesto accompagnato, costruito, mai forzato, una scelta che matura consapevolmente.

INNESTI

La crescita della cantina è il frutto di un lavoro di squadra, fatto di persone dinamiche e motivate, uomini e donne che, nel passato e nel presente, hanno condiviso obiettivi, speranze e risultati. Un gruppo che ha messo alla base la schiettezza e la sincerità, l’impegno personale e l’interesse del gruppo, la condivisione e il confronto per superare le discussioni e risolvere piccole grandi problematiche quotidiane.

Amiamo mettere del pepe al lavoro quotidiano per renderlo nuovo ogni giorno.

Maurizio, capo enologo, da 15 anni guida la produzione della cantina: innovazione e tecnica, sperimentazione e confronto, un buon repertorio musicale, che si traducono nei vini e negli spumanti di Monfort. Al suo fianco da diversi anni c’è Lorenzo: poche parole ben dosate, ma mani e mente laboriose, dalla cantina all’imbottigliamento, i vini sono seguiti passo passo fino a voi. Luca segue con instancabile precisione e cura meticolosa i vigneti aziendali; la libertà che si respira stando a contatto quotidiano con la vigna è impagabile.

Nel 2020 la squadra si è allargata a Enrico: ingegno e azione, tante arti messe a servizio degli altri e del bene della cantina; inoltre segue i conferenti sul piano delle buone prassi della produzione sostenibile. Francesco si è aggiunto a Monfort poco prima della vendemmia 2022: il suo regno è tra tini e botti, tra tubi e passerelle, lo vediamo riemergere per la pausa caffè e poi scomparire di nuovo nel mondo sottostante. Ousmane, ha imparato l’arte facendo: si divide tra imbottigliamento e magazzino.

Paola è la persona che è da più anni in azienda, ha vissuto in prima persona la storia della cantina e allargato anno dopo anno la presenza sui mercati esteri. Precisione, cura del dettaglio, ineccepibile memoria storica e attenzione nei riguardi delle persone, fanno di lei un punto di riferimento per tutti, vicini e lontani. Matteo è entrato nel team commerciale nel 2022 portando con sé un’ottima conoscenza dei vini e degli spumanti e del mercato internazionale. Impegno, curiosità e lungimiranza, ogni problema diventa una sfida da affrontare e superare vittoriosamente.

IMPRONTE

Il nostro lavoro, dalla campagna alla bottiglia, è impegno verso il territorio, è cura della bellezza del paesaggio, è responsabilità verso il futuro. Siamo consapevoli del delicato equilibrio che ci circonda e da sempre promuoviamo un approccio sostenibile alla viticoltura e alla scelta dei materiali. La tutela della biodiversità viticola è per noi impegno a custodire e coltivare vitigni del passato, valorizzarli in chiave moderna per restituirli al futuro nella loro bellezza e unicità.

L’impronta che vogliamo lasciare del nostro passaggio è sempre più indirizzata alla sostenibilità: abbiamo aderito al Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata (SQNPI). Una certificazione che parte dallo stretto coinvolgimento dei nostri conferenti nel tradurre in azioni concrete le buone pratiche indicate dal sistema: progressiva riduzione delle sostanze di sintesi nella difesa della vite, controllo dell’efficienza dei mezzi agricoli utilizzati, adozione di prassi volte a favorire la biodiversità nel vigneto. Monfort mette a loro disposizione momenti di formazione e aggiornamento e l’affiancamento nella compilazione dei registri agricoli.

Molti dei nostri conferenti hanno sposato la coltivazione biologica. Una scelta consapevole di autotutela personale poiché sono essi stessi che vivono e lavorano nel vigneto, di salvaguardia della biodiversità e sostegno al suo equilibrio vegetativo e agronomico. Lato nostro è una responsabilità trasformare questa scelta in vini che rispecchiano il loro lavoro e orientamento.

Il cambio di packaging ci ha messo di fronte a scelte importanti anche nei materiali, come il minor peso della bottiglia di vetro, impercettibile nei piccoli numeri fondamentale sulle grandi masse trasportate.

Si può, si potrà fare di più nel futuro. Le nostre scelte hanno un dettame profondo e lo vediamo tutti i giorni aprendo le finestre: la nostra terra, il Trentino, le sue montagne, i suoi boschi, i suoi innumerevoli corsi d’acqua, gli animali che lo popolano ed i nostri figli, lo sguardo del futuro sul mondo attuale, l’impegno nostro presente.

Da quasi trent’anni produciamo vini e spumanti ottenuti da varietà storiche. Produzioni limitate, di nicchia nel nostro secolo, ma che per decenni hanno dato sostentamento all’economia domestica di diverse famiglie, oltre che essere state vitali sulle loro tavole e nelle osterie del tempo. La diversità viticola che si riscontra nell’Alta Valsugana rappresenta un salto nel passato, un fermo immagine della viticoltura di un tempo, la meta per chi vuole fare indagini ampelografiche. Ai viticoltori di Serso, Viarago, Tenna, e dei tanti paesini nei dintorni bisogna dare atto di essere fedeli custodi di questa tradizione e caparbi nel volerla portare avanti.

Da questa biodiversità nascono vini e spumanti rari e autentici, fuori dalle righe, ma allo stesso tempo moderni. Senza le pretese delle varietà più rinomate, ma in grado di essere qualcuno.

Cantine Monfort
Cantine Monfort
Tutto pronto per il Natale?

Tutto pronto per il Natale?

A passi sempre più veloci si avvicina il Natale, il tempo delle feste per eccellenza e con esso la ricerca del regalo perfetto per ogni persona importante o vicina a cui si vuol lasciare un messaggio attraverso il dono. Natale è anche il tempo degli inviti a pranzi e...